Uno dei centri mondiali per le lame, dalle spade giapponesi agli oggetti da taglio di alta qualità

La città di Seki, situata nel bacino centrale del fiume Nagara, è considerata uno dei tre principali centri di coltelleria nel mondo (insieme a Solingen in Germania e Sheffield nel Regno Unito).
Nel 1300, il famoso fabbro Motoshige aprì un negozio a Seki, ritenendo che l'area potesse essere il luogo ideale per la forgiatura di spade grazie all’abbondanza della sua natura circostante, che forniva tutte le materie prime necessarie per la creazione di spade.
Seki divenne così ben presto il centro per le lame e la sua reputazione si diffuse tra i guerrieri samurai, secondo i quali le lame Seki "non si rompono e non si piegano mai, e sono incredibilmente affilate”.

Ad oggi ci sono circa 100 produttori di lame oltre a 10 fabbri attivi, che realizzano una vasta gamma di prodotti, dai coltelli da cucina e da caccia fino ai tagliaunghie e agli strumenti per acconciature.
Il segreto del successo internazionale delle lame di Seki sta nelle sue radici come centro di produzione di spade; i produttori hanno sfruttato le antiche conoscenze e le tecniche dei forgiatori giapponesi ma sono stati anche in grado di combinarle con tecnologie moderne per creare posate e lame di alta qualità.

  • Tradizione e Storia
  • Primavera
  • Estate
  • Autunno
  • Inverno

Informazioni essenziali