Scrivi di Gifu e partecipa su Instagram!

I migliori testi saranno premiati con magnifici pezzi di artigianato locale.
Dal 17 febbraio al 5 marzo. Clicca qui per saperne di più!

Scopri Gifu con La Pina

Perché visitare Gifu, il Giappone più autentico

Villaggi incastonati tra montagne rigogliose, ruscelli limpidissimi e campi di riso, dove botteghe artigianali custodiscono arti antiche e il passato è parte del presente: un viaggio a Gifu è un’emozione meravigliosa.

cornice del video dedicato a Gifu

La prefettura di Gifu

Il territorio di Gifu si trova nel Giappone centrale, facilmente raggiungibile da Tokyo e Osaka con treni ad alta velocità (shinkansen) e treni locali, eppure sospeso in una dimensione fuori dal tempo.

posizione della prefettura di Gifu sulla mappa giapponese

COME ARRIVARE A GIFU CITTÀ

Da Tokyo:

treno Shinkansen per Nagoya (1 h 40 min) quindi treno locale per Gifu (circa 20 minuti)

Da Osaka:

treno Shinkansen per Nagoya (circa 50 minuti) quindi treno locale per Gifu (circa 20 minuti)

Da Kyoto:

treno Shinkansen per Nagoya (circa 35 min) quindi treno locale per Gifu (circa 20 minuti)

Da Nagoya:

treno locale per Gifu (circa 20 minuti)

posizione di Gifu nel centro del Giappone
La Pina parla di Gifu
“Nessuno come i giapponesi è in grado di tradurre la natura in capolavoro, senza alterarne l’essenza.”
La Pina mangia dell'ottimo sushi a Gifu

I sapori locali

Gifu è un vero paradiso dei buongustai: tra le tante prelibatezze una menzione speciale va al manzo di Hida (tra i migliori che abbia mai mangiato!), una carne pregiatissima con una consistenza tenera e succulenta che si scioglie letteralmente in bocca, da non perdere soprattutto a Takayama. Scopri di più

Torrentismo a Gifu

I bagni termali di Gifu

Gero Onsen è il massimo per rilassarsi: le sue sorgenti termali sono tra le più famose del Giappone. Ce ne sono per tutti i gusti: all’interno di ryokan tradizionali (se avete tatuaggi verificate che abbiano bagni privati), in spazi pubblici e rotenburo all’aperto. Scopri di più

Fabbri spadai a Gifu

Le arti tradizionali

Tra le tradizioni più interessanti di Gifu c’è quella delle lame di Seki, la “città dei samurai”. Fabbri artigiani producono fantastiche spade katana, coltelli e utensili da taglio rispettando un’antica arte che risale al 1300. Assistere alla forgiatura delle spade è un’esperienza incredibile (potreste anche incontrare un vero samurai)! Scopri di più

Scrivi per Gifu e vinci!

Partecipa all'iniziativa di “Vinci Gifu su Instagram” fino al 5 marzo 2021 per la promozione del territorio di Gifu: una giuria premierà i testi migliori con pregiati oggetti di artigianato tradizionale locale selezionati con la Pina!

Coltello santoku con nome (4 pz.)

Coltello da cucina in stile santoku della scuola Seki con nome personalizzato

Questo non è un semplice coltello da cucina! È un capolavoro forgiato dal rinomato Kajiya Asano, con le stesse tecniche usate per le spade della scuola di Seki, e una tempra unica per ogni lama. Immaginate di avere uno strumento del genere nella vostra cucina: il tocco da maestro per i vostri piatti migliori. Non solo: il vostro nome sarà inciso sulla lama stessa.

Lampada in carta di Mino (3 pz.)

Lampada in carta washi di Mino con motivo floreale sakura

I maestri cartai di Mino hanno pochi paragoni. La carta di questa zona, tra i patrimoni intangibili dell'umanità, viene una tradizione artigiana di oltre un millennio e il suo posto naturale è nelle decorazioni di pregio. In questa graziosa lampada con motivi floreali (è il ciliegio sakura!) la carta washi è stata lavorata assieme al poliestere per renderla resistente a strappi e deterioramenti mantenendo la sua splendida filigrana.

Set cuffie in legno e prendiappunti (3 pz.)

Set di cuffie in legno di Mino e prendiappunti in carta washi

Un set per i pensatori! Le cuffie, realizzate dai mastri falegnami di Hida-Takayama usando solo legno e pelle, sono in realtà delle casse in miniatura per trasformare il suono degli auricolari in un tripudio caldo e avvolgente.
In carta di Mino e rilegato a mano, il quaderno Oboeru (significa "ricordare") si ispira alle opere del designer Sebastian Conran e reca incise parole ispirate al suo viaggio in Giappone.

I Love Japan, il libro della Pina (35 pz.)

I love Japan scritto da La Pina ed edito da Vallardi Editore

Una guida di viaggio, una dichiarazione d'amore: un libro da leggere comodi sul divano di casa o da portare con voi nel prossimo viaggio. In I love Japan La Pina ha deciso di condividere il suo Giappone preferito, che ha dentro tanto di Gifu. Edizione speciale solo per questa iniziativa!

Come partecipare

L'iniziativa, dal 17 febbraio e scadenza 5 marzo 2021, premierà le migliori didascalie e creatività utilizzando le foto e il video che la Pina posterà sul suo account Instagram @lapinadeejay dal 17 febbraio. Ecco i passi per partecipare:

  1. Leggi e accetta il regolamento nella sua interezza: è importante!
  2. Vai sull'account Instagram ufficiale del turismo della Pina, @lapinadeejay, scegli una foto (o un video) tra quelli che la Pina caricherà su Gifu dal 17 febbraio con il tag #amoregifu e scaricala per ripostarla
  3. Ricarica la foto dal tuo account Instagram scrivendo una frase o un testo che, ispirandosi alla foto, valorizzi Gifu e invogli ad andarci! Se vuoi conoscere meglio Gifu e quello che c'è dietro alle foto, il sito ufficiale visitgifu.com è una fonte ricchissima!
  4. Inserisci il tag @gogifu_japan, l'hashtag #amoregifu e posta!
I primi dieci classificati potranno ricevere un premio a scelta (fino a esaurimento) tra il coltello santoku (fino a quattro persone), la lampada (fino a tre persone) e il set cuffie e prendiappunti (fino a tre persone). Altri 35 concorrenti saranno invece selezionati per una copia speciale del nuovo libro della Pina, I Love Japan.

La Pina parla di Gifu a Italia amore mio
“Il Giappone è bello in tutti i modi: in coppia, da soli, con gli amici. Io non vedo l’ora di tornare”
cornice del video in cui La Pina parla di Gifu a Italia amore mio